La strada io la conosco

Progetto di Educazione Stradale


 
 
Con fantasia...Progetto di Giovanna Corsi   Scuola dell'Infanzia
                                                    

                                        

home

 

Progetti

 

 

*

prima parte


Nella società contemporanea, la strada, e quanto in essa accade, hanno assunto una complessità ed una articolazione sempre maggiori ed hanno acquisito particolare rilevanza nei confronti della struttura delle relazioni dell’esperienza di vita dei bambini.

Essi realizzano la propria identità personale attraverso un costante confronto con l’ambiente in cui vivono e con le profonde trasformazioni in esso presenti, mediante un cammino che li conduce alla conquista dell’autonomia, attraverso le prime forme di riorganizzazione dell’esperienza e di ricostruzione interiore della realtà.

L’educazione stradale fornisce evidenti connessioni con gli aspetti di carattere sociale e morale che conducono allo sviluppo di una coscienza etica, rispettosa degli altri.

La scoperta della necessità di norme valide per tutti offre ai bambini l’occasione per costruire regole di comportamento e di rispettarle in quanto frutto di elaborazione comune in un quadro di valore condivisi.

L’educazione stradale si colloca agevolmente nel quadro dell’impostazione curricolare della scuola dell’infanzia; si tratta di recuperare, nei diversi momenti educativi, quanto di positivo esiste nell’esperienza che il bambino compie nella strada, per aiutarlo a decodificarla ed interpretarla in maniera sempre più significativa.

 


Itinerario metodologico

· uscite didattiche per l’esplorazione ambientale e produzione di materiale fotografico e sonoro
· rielaborazione verbale dell’esperienza e del materiale raccolto insieme ad un agente di Polizia Municipale
· verifica attraverso:

percorsi psicomotori, giochi di gruppi e guidati, attività individuali di rielaborazione a livello grafico-manipolativo.



Itinerario didattico

· Il percorso da casa a scuola
· La segnaletica stradale
· Gli utenti della strada



Traguardi di sviluppo e indicatori di competenza:


CORPO, MOVIMENTO E SALUTE
Il corpo e il movimento

· Muoversi nella strada riconoscendo le relazioni spaziali
· Controllare e coordinare i movimenti in base alle regole
· Eseguire percorsi simulati nel rispetto delle regole
· Sviluppare le capacità percettive



Fruizione e produzione di messaggi


I discorsi e le parole – Messaggi, forme e media

· Riconoscere, denominare e descrivere segnali stradali
· Descrivere alcune situazioni che avvengono sulla strada
· Interpretare e leggere messaggi scritti per la strada
· Comprendere, inventare situazioni e racconti sulla strada
· Drammatizzare situazioni sulla strada
· Costruire un plastico di una strada – Segnali stradali – Palette – Macchinine –

Il gioco dell’oca per una rappresentazione finale durante la quale i bambini riceveranno

la “ patente” del piccolo automobilista…


· Capire, interpretare, drammatizzare i segnali simbolici del vigile


Esplorare conoscere e progettare
Le cose, il tempo e la natura – Lo spazio, l’ordine e la misura

· Comprendere il ruolo di chi opera per la strada
· Riconoscere le funzione dei segnali e delle insegne
· Conoscere il semaforo e i significati dei suoi colori
· Cogliere la funzione dei servizi di pubblica utilità
· Cogliere uguaglianze e differenze dei mezzi di trasporto
· Individuare il rapporto causa-effetto in un evento della strada
· Classificare i mezzi di trasporto su strada
· Rappresentare con simboli una regola


Il sè e l'altro

· Comprendere e rispettare i diritti degli altri
· Condividere regole di comportamento
· Collaborare con gli altri

 

*

seconda parte

Nella prima parte del progetto i bambini sono stati avviati a divenire utenti sempre più sicuri e consapevoli del sistema stradale. Hanno avuto rilevanza educativa considerevole non solo le regole ma anche la conoscenza dei linguaggi non verbali, tipici dei segnali stradali e delle insegne. I bimbi hanno avuto la possibilità di imparare, di sperimentare e di costruire gli strumenti necessari.
In questa seconda parte del progetto accompagneremo i bambini alla scoperta delle norme di comportamento, facendo ancora una volta riferimento al nuovo Codice della Strada che impone di svolgere appositi programmi “ che concernano la conoscenza dei principi della sicurezza stradale, nonché delle norme generali per la condotta dei veicoli e delle regole di comportamento degli utenti” facendo particolare riferimento ai mezzi di trasporto pubblici e alle norme di comportamento per i pedoni per non farsi male, non far male agli altri e rispettare le cose.
I bambini della Scuola dell’Infanzia non sono in grado di camminare da soli in città, ma il fine è quello di aiutarli nella conquista, sempre maggiore, dell’autonomia personale, perché siano in grado di far fronte a situazioni di emergenza.


Itinerario metodologico

· uscite didattiche per l’esplorazione ambientale e produzione di materiale fotografico e sonoro negli spazi esterni adiacenti la scuola
· verifica attraverso: percorsi psicomotori, giochi di gruppi e guidati, attività individuali di rielaborazione a livello grafico-manipolativo.



Itinerario didattico

· Gli utenti della strada: i veicoli, i mestieri
· Situazione di pericolo per sé e per gli altri: comportamenti



Traguardi di sviluppo e indicatori di competenza:

CORPO, MOVIMENTO E SALUTE


Il corpo e il movimento

· Muoversi nella strada riconoscendo le relazioni spaziali
· Controllare e coordinare i movimenti in base alle regole
· Eseguire percorsi simulati nel rispetto delle regole
· Sviluppare le capacità percettive



FRUIZIONE E PRODUZIONE DI MESSAGGI


I discorsi e le parole – Messaggi, forme e media

· Riconoscere, denominare e descrivere segnali stradali
· Descrivere alcune situazioni che avvengono sulla strada
· Interpretare e leggere messaggi scritti per la strada
· Comprendere, inventare situazioni e racconti sulla strada
· Cartelloni raffiguranti situazioni stradali e mezzi pubblici.

Costruzione di un calendario dei mesi avente per soggetto situazioni stradali riguardanti i pedoni


ESPLORARE, CONOSCERE E PROGETTARE


Le cose, il tempo e la natura – Lo spazio, l’ordine e la misura

· Comprendere il ruolo di chi opera per la strada
· Riconoscere le funzione dei segnali e delle insegne
· Conoscere il semaforo e i significati dei suoi colori
· Cogliere la funzione dei servizi di pubblica utilità
· Cogliere uguaglianze e differenze dei mezzi di trasporto
· Individuare il rapporto causa-effetto in un evento della strada
· Classificare i mezzi di trasporto su strada
· Rappresentare con simboli una regola


IL SE’ E L’ALTRO

· Comprendere e rispettare i diritti degli altri
· Condividere regole di comportamento
· Collaborare con gli altri
 

*

terza parte

Per ultimare il progetto di Ed. Stradale " La strada io la conosco" sarebbe bene puntare l'attenzione su quelli che sono gli argomenti più salienti della sicurezza stradale: le cinture di sicurezza, il casco, il limite di velocità e la distanza di sicurezza.

Dato il tema, questa volta verranno coinvolti, insieme ai bambini, anche i genitori.

Il presente progetto, inoltre, vuole essere anche parte integrante dell'Ed. alla sicurezza

Perchè insistere ancora sulla sicurezza?

Perchè la scuola vuole dare una risposta, quanto più possibile significativa, al fenomeno allarmante e in continua crescita: gli incidenti.

L'obiettivo unico ma importantissimo dunque, è quello di sensibilizzare i genitori  ad allacciare sempre le cinture di sicurezza quando si va in macchina e obbligatoriamente ai loro figli, anche se si devono percorrere pochi metri di strada; a mettere il casco se si va in moto ma è bene che i bambini lo indossino anche se vanno in bicicletta; a mantenere sempre la velocità consigliata dai cartelli stradali e a rispettare la distanza di sicurezza.

A scuola, attraverso conversazioni, lettura di immagini e attività mirate, verranno sensibilizzati i bambini ma è chiaro che non saranno loro alla guida del mezzo e certamente non potranno mettere in pratica la teoria. Ecco il motivo per cui bisogna allargare il progetto ad ogni mamma e ad ogni papà e fissare per loro, di volta in volta, momenti di incontro con i rappresentanti della Polizia Stradale.

In questo nostro operare chiederemo l'ausilio dei Vigili Urbani e di tutti gli operatori che si renderanno disponibili per il raggiungimento dell'obiettivo citato. Chiederemo loro di avviare, genitori e figli, all'osservazione di modelli comportamentali adeguati e a rispettare le regole primarie che insieme daranno, ai primi la patente di genitori premurosi e ai bambini quella di cittadini attenti e responsabili domani.

Ancora sicurezza dunque e non ci stancheremo mai di parlarne ai nostri bimbi perchè siamo sempre convinte che è  nella primissima età che si consolidano comportamenti corretti  e si acquisisce la consapevolezza che rispettare le regole è utile per sé e per gli altri.

Apparato didattico

- quando è necessario usare le cinture di sicurezza?

- quando bisogna usare il casco?

- cosa significa rispettare i limiti di velocità?

- perchè la distanza di sicurezza?

Poche domande ma che richiedono tante ed esaurienti risposte

*

     

Il calendario dell'Ed. Stradale

Schede operative Ed. Stradale

Schede operative 2 Ed. Stadale

     
Educazione stradale Una catena di montaggio I segnali stradali
     

Sicurezza sulla strada

Polizia di stato Canzoncine
     

Puzzle segnali stradali

 
Gioco dell'Oca Carabinieri
     
Visita ai vigili del fuoco

Un link molto utile e bellissimo

Vigili del fuoco
     
Puzzle Polizia Puzzle Pompieri

www.118bimbi.it

     
    Strada facendo