Gli animali in autunno

Il tempo scorre

  Con fantasia...Giovanna Corsi 

home

 

  Progetto

 

 

 

L'obiettivo primario, per quanto riguarda questo argomento, Ŕ quello di cogliere le relazioni tra le variazioni climatiche e il comportamento di alcuni animali. Una volta conosciuto il significato della parola letargo, si passa a conoscere e a discriminare gli animali che vanno in letargo e quelli che si difendono dal freddo in un'altra maniera tipo le rondini che migrano.

 

 

 

Il momento del racconto e della drammatizzazione

"...........la coniglietta Maril¨ viveva nel bosco dei castagni, mangiava sempre i frutti che cadevano da quei bellissimi alberi ma prima doveva sbucciarli e non era soddisfatta di questo cibo. Saltellava tra le foglie secche e le castagne pensando a tante altre cose buone da mangiare: frutta squisita come mele, pere, uva, fragole, ciliegie e verdura saporita come insalata, carote, finocchi, pomodori....ma nel bosco dei castagni tutto questo cibo non c'era. Allora decise di partire per andare in cerca di un posto migliore dove vivere.  Camminava, camminava ma non riusciva a trovare un posto dove ci fosse cibo abbondante. Un giorno, mentre camminava, scoppi˛ un terribile temporale con tuoni e lampi. Maril¨ si spavent˛ e cominci˛ a correre. L'erba era bagnata e il fango scivoloso, cosý Maril¨ scivol˛ gi¨ per la collina e rotol˛. And˛ a sbattere contro un recinto fatto tutto di rete. Guardando attraverso la rete, vide un orto meraviglioso: insalata, carote, finocchi, frutta e un bell'albero di mele...cerc˛ di entrare ma non c'erano cancelli da quella parte, tutta la rete proteggeva l'orto. Mentre cercava il cancello, trov˛ un buco nella rete, infatti in quel punto la rete si era un po' rotta. Maril¨, strisciando, riuscý ad infilarsi nel buco e mangi˛ finchŔ non si sentý veramente sazia. Decise allora di farsi un pisolino sotto l'albero delle mele. Un contadino, entrando nell'orto,  disse:" Chi ha mangiato la mia verdura e la mia frutta?" Vide Maril¨ che dormiva sotto l'albero, l'afferr˛ per le orecchie e la port˛ a casa per ucciderla. Matteo, il figlio del contadino, quando vide il papÓ rientrare con la coniglietta, pens˛ che fosse un regalo per lui " Grazie papÓ! Mi hai fatto un  regalo meraviglioso! " "Ti sbagli, questa coniglietta Ŕ una ladruncola" replic˛ il papÓ " Ha mangiato tutta la verdura e la frutta del nostro orto, la uccider˛" Il bambino cominci˛ a piangere e preg˛ il papÓ di non farlo, non aveva amici e quella sarebbe stata la sua amichetta. "Penser˛ a tutto io, papÓ, non preoccuparti, ma per favore, regalala a me, non uccederla!" Il contadino si intenerý e risparmi˛ Maril¨, anzi, aiut˛ il figlio a costruire per lei una bella cuccia dalla quale la conigliettÓ poteva entrare e uscire a piacimento e giocare con il suo amichetto che le portava cibo a volontÓ. Maril¨ era felicissima....."

 

             
             
           
             
      Il letargo      
             
             
 

Quando le foglie degli alberi cominciano a cadere e tanti animaletti cominciano a preparare il nido per trascorrervi il letargo invernale, anche le rondinelle capiscono che devono partire per raggiungere i paesi pi¨ caldi. Le rondini mangiano mosche, moscerini e zanzare, insetti che con la stagione fredda non ci sono pi¨. Allora le rondini si mettono in viaggio, attraversano il mare e si fermano dove fa caldo e dove ci sono tanti insettini da mangiare. Da noi torneranno in primavera, quando il bel tempo e il sole riscaldano di nuovo la nostra parte della terra.

Non tutti gli uccellini partono per˛. I passerotti restano a farci compagnia anche con la stagione molto fredda.