Alla scoperta dei colori composti

 

home

 

Progetto

 

             
             
             
 
             

 

La filastrocca dei colori composti

 

I colori composti o secondari

non sono colori davvero speciali,

essi esistono giÓ,

ma se ti capita di non avere l'arancione,

perchŔ devi colorare un'arancia o un leone,

allora devi sapere, bimbo mio,

che se il rosso e il giallo tu combini,

il problema Ŕ presto superato...

girando, girando...come per magia...

...ecco apparire il colore desiderato.

 

Se poi ti serve il verde

perchŔ devi colorare il vestito di Geltrude,

un prato disteso o le piume di un pappagallo,

l'animo non disperdere.

Prendi un po' di blu e un po' di giallo,

mischiali insieme...

...gira, gira, gira...e come per magia...

ecco apparire il colore che ti mancava

per colorare un albero in mezzo al prato,

 una rana e il tuo bellissimo pappagallo. 

 

Forse lo avrai imparato giÓ a scuola

che il rosso e il blu danno il viola.

Questo Ŕ il colore che non pu˛ mancare

se le violette devi colorare.

Se ti manca o perso lo hai,

non disperare.

Prendi un po' di rosso e un po' di blu...

...gira, gira e gira ancora...

Ecco qui, la magia che piace a te,

per colorare le melanzane, le viole e una pansŔ.

 

Cosa dici? Ti manca il marrone?

Non puoi colorare dell'albero il tronco

e di cioccolato il torrone?

Non disperare, scolaretto,

fai come ti ho detto.

Mischia i tre colori insieme:

rosso, giallo, blu, come si conviene.

Gira...gira...gira...ed ecco a te,

un bel colore, tutto marrone,

per colorare il tuo tronco e il tuo torrone.

(Giovanna Corsi)

 

 
      Il libro