home

Uno sguardo a...

 

 
 

La pasta e il pane sono alimenti impastati con la farina. La farina viene ricavata dal grano che il contadino semina in autunno dopo aver preparato il terreno con l'aratro. Dopo aver seminato il grano, i semi vengono ricoperti con la terra morbida per tenerli al calduccio. Mentre sono lì sotto, la pioggia li bagna, la neve li copre con il suo mantello bianco e soffice ma loro cominciano a mettere le prime radici. Poi, quando il sole diventa più caldo, anche i semini si riscaldano e cominciano a germogliare. Un piccolo ciuffetto verde fuoriesce dal terreno. La pioggia e il sole primaverile li fanno crescere sempre di più finchè spuntano le spighe verdi. Il sole caldo dell'estate, matura le spighe che diventano di un bel colore giallo dorato e piene di tanti bei chicchi di grano. In seguito, le spighe vengono mietute e messe dentro la macchina trebbiatrice che divide i chicchi dalla spigha. Si portano i chicchi al mulino dove vengono macinati per farne farina. Il fornaio compra la farina, la impasta con l'acqua, aggiunge il lievito, un po' di sale e il pane è fatto. Dopo la lievitazione, si formano delle pagnottelle con l'impasto lievitato e si infornano. Il caldo del forno le cuoce ed il pane diventa profumato e fragrante, pronto per essere mangiato.

La pasta invece ha un iter diverso, non viene lievitata ma ugualmente impastata con l'acqua. L'impasto viene messo nei macchinari che taglia la pasta con forme diverse. Viene poi fatta asciugare e una volta imbustata viene portata al supermercato per essere consumata.

Le varietà di pasta sono tante ma solo alcune piacciono in modo speciale ai bambini. La pasta corta e piccola è quella che prediligono. Sarebbe interessante preparare con loro alcuni condimenti freddi. Una bella insalata di pasta, ora che si avvicina la bella stagione primaverile, potrebbe far gola ai più restii a tavola. Sicuramente tagliare, con un coltellino di plastica la mozzarella a cubetti, spremere il limone, contare i cucchiai di panna, lavare le foglie di basilico, mescolare le uova, montare la panna, farebbe felice ogni bambino e lo aiuterebbe a porsi, davanti al piatto di pasta, in modo più divertente e più consapevole.