Le vostre poesie...

                                          ...filastrocche... ninne nanne

 

home

 

Le mie poesie

 

     
La nonna

O nonna, la tua favola pi bella

non quella del lupo e della fata.

A me, pi assai di tutte piace quella

della mamma quand'era appena nata.

Era grande cos la mia mammina?

Tu la fasciavi e la mettevi a letto?

Le davi il latte, oppure la fosfatina?

E d, non ha mai fatto un capriccetto?

Dormiva forse con il dito in bocca?

Aveva tanti riccioli o era senza?

E tu, cantavi a lei la filastrocca

che mi ha cullato con la sua cadenza?

O nonna mia, come sei stata brava

a sceglierti per figlia la mia mamma!

Pensa, se la cicogna si sbagliava

e la portava a un'altra...

Era un bel dramma

(L. Santucci)

 

Sono arrivato al traguardo

Dovrei essere felice

e fare salti di gioia

perch oggi, per me,

l'ultimo giorno

di Scuola "Materna"

ma sono triste,

mi dispiace,

non la vorrei lasciare.

Non voglio esagerare,

ma sento qualcosa

dentro di me

che non so spiegare,

che mi fa emozionare,

perch arrivato il momento

che devo salutare,

alla Scuola "Elementare"

devo andare.

Tre lunghi anni sono passati!

Ho tanto lavorato

e al traguardo sono arrivato,

il primo della mia vita,

il pi importante,

che mi fa sentire grande!

(Marilena Corsi)

 

Una festa paurosa

E' la festa di Halloween

con scheletri, fantasmi,

ragnatele e grossi ragni,

facce di zucche senza denti,

gatti neri e pipistrelli,

streghe con alti cappelli.

Io non ho paura,

mi voglio divertire,

canto, ballo, mangi,

offro tanti dolcetti

e faccio scherzetti.

Dico a tutti:

" Dolcetto o scherzetto?"

(Marilena Corsi)

 

Halloween

Se vedi intorno a te

gatti neri, facce di zucche

che mostrano i denti,

lunghi cappelli,

ragni, fantasmi, scheletri,

streghe e pipistrelli,

la festa di Halloween

che sta per arrivare

E' una festa bella e gioiosa

anche se un po' paurosa.

Il tutto per ridere e scherzare,

come la festa di Carnevale.

Si canta, si balla,

puoi mangiare tanti dolcetti

e fare scherzetti...

E tu che vuoi,

dolcetto o scherzetto?

(Marilena Corsi)

 

Saluti

Ora arrivato il momento di salutarci.

Cari compagni, amichetti cari,

vi voglio abbracciare tutti.

Che bei giorni passati insieme!

Siete una buona compagnia,

quante belle esperienze abbiamo fatto in allegria!

Ci siamo sempre aiutati

ma qualche scherzetto non mancato.

Lo abbiamo fatto solo per giocare,

non si pu fare del male a chi si vuole bene!

Noi di bene ce ne vogliamo tanto,

non possiamo dire altro,

ci stiamo emozionando.

Quello che ci consola,

che il nostro saluto

non un addio

ma un arrivederci alla scuola dei pi grandi.

Amici, amichetti cari,

abbracciamoci,

teniamoci un p per mano

e sorridiamo a questo giorno

con l'allegria di sempre.

E' cos che vi voglio ricordare,

non mi dimenticate!

(Marilena Corsi)

 

La casa di stoffa

Vi presento una casa di stoffa

buffa e allegra, ma un po' goffa.

Ha le finestre di lino giallo

e sul tetto un rosso gallo.

Ha dei muri di cotone

e di seta un bel portone,

ha di canapa un gran letto

e di lana un vecchio tetto

con in cima un bel camino

fatto tutto in fine lino.

(?)

 

La casa del goloso

Io vorrei una casa bella

con i muri in mortadella,

con i tetti di prosciutto

e la porta un po' di tutto,

di risotto e di minestre

vorrei fatte le finestre.

Ah! il camino mi scordavo

quello che era di un mio avo

fatto tutto in cioccolata

con la cappa in panna montata,

e davanti le poltrone

di polpette e polpettone

e poi grande ed ampie stanze

fatte tutte di pietanze.

Questa casa bella e lieta

purch tu...non sia a dieta.

(?)

 

Storia del Re Sole

Filastrocche di poche parole

dove si parla del Re Sole.

Sulla Francia egli regn

sessant'anni e ancora un po'...

Nel palazzo di Parigi

stava spesso il gran Luigi,

se non c'era, non si sbaglia:

un segno che stava invece a Versaglia.

Stesse qui o stesse l,

in campagna o in citt,

stesse in guerra oppure a caccia

non si lav mai la faccia.

Un batuffolo di cotone

gli faceva da acqua e sapone:

intorno agli occhi sul nasetto

glielo passava il suo paggetto,

e in baleno era fatta cos

la pulizia del Re Louis.

Era il Re Sole, e certo brillava

di luce propria...ma non si lavava

perch non aveva una mamma o una zia

che ogni mattina, con energia,

gli ficcassero la capoccia

dentro una vasca o sotto la doccia.

(Gianni Rodari)

 

" Coloralberiamo "

Albero vestito di rosso

regalami un cane con cuccia e osso.

Albero vestito di giallo

regalami un po' di musica da ballo.

Albero vestito di blu

regalami un bel libro come vuoi tu.

Albero vestito di verdolino

regalami un amico assai carino.

Albero vestito di rosa

regalami una mamma affettuosa.

Albero vestito di arancione

regalami un pap col sorrisone.

Alberi vestiti di tanti colori

regalate l'allegria a tutti i cuori!

 

I Re Magi

Nella notte fredda e scura

i Re Magi non hanno paura:

camminano insieme lentamente

con lo sguardo sorridente,

perch in cielo la Stella Cometa

illumina tutto con la coda di seta.

 

Ninna nanna un gran cappello

Ninna nanna pupo bello

sulla testa un gran cappello

piume chiare di bambagia

nella brina l'acqua adagia

lo stampino per il fiore

ninna oh un dolce cuore

lo stampino per un fiore

ninna oh mio dolce amore.

(?)

 

Ninna cara ninna stella

Ninna cara ninna stella

mangia e gusta la frittella

le conchiglie prelibate

son dolcissime e mielate.

Marmellata di lamponi

dentro dolci e panettoni

ninna cara ninna stella

nel forno la ciambella

(?)

 

Ninna nanna quattro gatti

Ninna nanna ninna oh

quattro gatti verso il Po

ninna nanna ninna oh

quattro gatti verso il Po.

Una scimmia con cravatta

poi la luna e la pignatta

ninna nanna ninna oh

il cuscino di piumino

un intiglio col vino

Ninna nanna ninna oh

quattro gatti verso il Po.

(?)

 

Ninnarella la colombella

Ninna nanna ninnarella

vola vola la colombella

va dal nido sul camino

per scaldarsi il culettino

si riscalda pure il pie'

zampe lunghe figlia di re.

Ninna nanna ninnarella

vola vola la colombella...

Ninna nanna ninnarella

vola vola la colombella

va dal nido sul camino

per scaldarsi il culettino

(?)

 

Ninna nanna...non ci sto

Ninna nanna pupa bella

sogna d'oro una pastorella

acchiappa sole che riscalda

va sul Nilo a far merenda.

Ninna nanna ninna oh

dormi pure...che ci sto

ninna nanna ninna oh

dormi pure...che ci sto

(?)

 

Ninna nanna corri corri

Ninna nanna corri corri

un castello con le torri

un piccone di montagna

una festa e una cuccagna

una briciola in cantina

dormi... scesa tutta la brina.

(?)

 

Ninna nanna scarpe di re

Ninna nanna scarpe di re

scappa tanto tocca a te.

Sbuccia rosse le cipolle

occhi d'oro l'olio bolle

Sbuccia rosse le cipolle

occhi d'oro l'olio bolle.

Si ritira il campanaro

a dormire va il somaro

dorme pure la capretta

chiudi gli occhi 

che mamma aspetta

Ninna nanna scarpe di re

scappa tanto tocca a te.

Sbuccia rosse le cipolle

occhi d'oro l'olio bolle

Sbuccia rosse le cipolle

occhi d'oro l'olio bolle.

Ninna nanna scarpe di re

scappa tanto tocca a te.

(?)

 

Dormi dormi quasi mezzanotte

Dormi dormi quasi mezzanotte

sono uscite le marmotte

son partite per un viaggio

c'era un cane e il re di maggio

c'era pure un trombettiere

e dormi dormi quasi notte

sogna tanto e senza botte.

(?)

 

Ninna nanna Terra e Luna

Ninna nanna Terra e Luna

e cammina la fortuna

una foglia gi spuntata

trema tutta un po' bagnata...

C' un pezzetto di colore

gi nel mare c' un sapore

sta arrivando la nottata

frutta secca e mandorlata

Ninna nanna Terra e Luna

e cammina la fortuna.

(?)

 

Ninna nanna ninna oh

Ninna nanna ninna oh

questo bimbo a chi lo d

lo dar alla Befana

che me lo tenga una settimana,

lo dar al cavallo bianco

che me lo tenga tanto tanto,

lo dar all'angiolino

che me lo tenga fino al mattino,

lo dar all'uomo nero

che me lo tenga un anno intero.

Ninna nanna ninna oh.

(?)

 

Pierino Porcospino

Oh, che schifo quel bambino!

E' Pierino il Porcospino.

Egli ha l'unghie smisurate

che non furon mai tagliate;

i capelli sulla testa

gli han formato una foresta

densa, sporca, puzzolente.

Dice a lui tutta la gente:

Oh, che schifo quel bambino!

E' Pierino il Porcospino.

(Heinrich Hoffmann)

 

Diritto alla salute

Etc! - Salute!

Le malattie son brutte

meglio stare bene

la febbre nelle vene.

Arriva la puntura

ma io non ho paura

perch ci sono i miei

senza come farei.

E poi viene il dottore

con il suo strano odore

e poi c' l'ospedale

e poi viene Natale.

E quando starnutisco

le cose conosciute

mi dicono "Salute!"

e allora io guarisco.

(Bruno Tognolini)

 

Auguri di Natale

Filastrocca un po' speciale

con gli auguri di Natale,

filastrocca e cose belle

ai nonni, ai fratelli e alle sorelle,

filastrocca per la mamma

scritta sopra il pentagramma

filastrocca per il pap

con allegria e felicit.

 

La Befana

Da una casa assai lontana

Col suo sacco sulle spalle,

viene lenta la Befana.

S'avvicina piano piano,

ai lettucci dei bambini

poi appende i suoi regali

nelle cappe dei camini.

Nella casa assai lontana

col suo sacco tutto vuoto,

fa ritorno la Befana.

 

 

Una slitta speciale

La slitta di Babbo Natale

una slitta davvero speciale:

trainata da simpatiche renne

gira il mondo con moto perenne,

arriva in paesi lontani e vicini

si ferma davanti a case e giardini,

porta un carico assai prezioso

chiuso dentro un sacco spazioso,

per ogni bambino il regalo ideale

con tanti auguri di Buon Natale!

 

"Bianca neve"

Gi dal cielo grigio grigio

zitta zitta, lieve lieve,

lenta lenta, lieve lieve

sulla terra vien la neve!

Mille bianche farfalline

fanno il manto alle colline

Mille candide farfalle

fanno ai campi un bianco scialle.

I bambini guardano fuori

e non aprono pi bocca

e la neve lenta lenta

scende scende, fiocca fiocca.

 

 

Cari nonni

La nonna come un albero d'argento

che la neve ripara e muove al vento.

Dice "no" con la testa e "s" col cuore,

fa cose buone in cucina a tutte l'ore.

Quando la mamma sgrida, lei perdona!...

Chiss perch la nonna cos buona!

 

Il nonno come un albero d'argento

che la neve ripara e muove al vento.

Quando si rompe qualcosa,

lui subito l'aggiusta e poi riposa.

Se tutti vanno a lavorare,

il nonno mi porta fino al mare.

 

Cari nonni, con tutto il cuore,

vi diciamo tutto il nostro amore!

Tanti baci vi mandiamo

e gli auguri vi facciamo.