La vendemmia

Con fantasia...Giovanna Corsi

 

home

Attività

 

 

Noi il vino lo facciamo così...

Una mattina abbiamo portato a scuola grappoli di uva bianca e di uva nera. Li abbiamo " pigiati" con le mani. Poi abbiamo messo il "mosto" in una caraffa che abbiamo riposto in una stanzetta buia ma fresca. Il mosto ha "fermentato e le "fecce" sono venute tutte a galla. In mezzo alle fecce c'erano tante bollicine che la maestra ha chiamato "anitride carbonica", anzi, ci ha invitati a non avvicinarci troppo per non respirarla perchè è un veleno . Sulle fecce abbiamo visto anche tanti moscerini, una nuvola. La maestra ha preso il tutto e ha separato il mosto dalle fecce con uno scolapasta. Il mosto, quando lo abbiamo messo nelle bottiglie, era un po' torbido. L'11 di novembre, il giorno di San Martino, abbiamo travasato il vino, un bel rosato, come quello che beve papà. La maestra ci ha anche insegnato il detto: " A San Martino, ogni mosto è vino" E' proprio vero. Naturalmente non lo abbiamo bevuto, la maestra ce lo ha fatto solo odorare. L'unica cosa che ci ha permesso di fare è infilare il ditino nella goccia che ci aveva messo nei bicchieri e portarlo sulla lingua: era acido.

 

             
             
             
             
             
             
 

Una volta lo abbiamo fatto così ma questa è un'altra storia.