Halloween

Con fantasia...Giovanna Corsi

home

 

Speciale Halloween

 

 

Prepariamoci a festeggiare la zucca!

 

La festa di Halloween non è una nostra festa ma non parlarne sarebbe come tacere un evento che i bambini notano intorno a loro.

In Gran Bretagna e negli Stati Uniti, nella notte della vigilia di Ognissanti, chiamata notte di Halloween, ci si traveste da streghe, gatti neri, scheletri e fantasmi. In passato infatti si credeva che la notte del 31 ottobre i fantasmi vagassero sulla terra e ci si travestiva per spaventarli e metterli in fuga.

" Scherzetto o dolcetto?" gridano festosi i bambini quando si mettono in costume e vanno di casa in casa chiedendo dolci, frutta o denaro. In cambio dei doni ricevuti, promettono di non fare scherzi.

In Irlanda, in Inghilterra e negli Stati Uniti, la vigilia di Ognissanti, i ragazzi, seguendo una vecchia tradizione, intagliano nelle zucche facce buffe o spaventose, illuminandole all'interno con una candela accesa. La faccia viene chiamata " Jack dalla lanterna". Una antica leggenda, infatti, racconta che in Irlanda, tantissimo tempo fa, sia vissuto un uomo di nome Jack, così avaro che dopo morto non era stato accolto né in Paradiso né in altro luogo ed era stato costretto a vagare sulla terra portando con sé una lanterna. Da questo il nome " Jack dalla lanterna "

Anche noi abbiamo festeggiato Halloween e ci siamo divertiti tantissimo ad addobbare la nostra aula con fantasmi, streghe, pipistrelli e zucche. Abbiamo approntato una festicciola con caramelle, dolci e gatto nero. Abbiamo svuotato la zucca ed abbiamo acceso, al suo interno, una candela...proprio come fanno i nostri amici di altri Paesi.

 

 

             
             
             
 
             

 

Questa attività, inserita ormai nelle nostre programmazioni, diverte tantissimo i bambini e a noi insegnanti serve per parlare con loro delle paure nascoste. Le conversazioni che si fanno sull'argomento, tutti insieme, servono per canalizzare quelle paure e sminuirle. Ci sono anche momenti di drammatizzazione. I bambini si travestono e " spaventano" i compagni per scoprirsi subito dopo...
La festa di Halloween offre anche tante altre attività... le mascherine da colorare e ritagliare, le streghe e i fantasmi da colorare e appendere, il taglio della zucca: la forma, il colore della polpa, i semi "dentro una ragnatela" come ha detto un bambino, l'odore, il sapore, come la cucina la mamma, e poi, una volta svuotata, si tagliano gli occhi, il naso, la bocca ed è come le nostre mascherine!
Il giorno della festa non manca il divertimento con " Dolcetto o scherzetto?" Si va ad esplorare la scuola: la direzione, la segreteria, le classi. Ognuno è attrezzato con i dolcetti che l'insegnante è andata a portare di nascosto prima dell'uscita dalla sezione. I bambini hanno modo di vedere dove lavora il Dirigente, dove lavora la segretaria, dove si trovano i bambini più grandi che la mattina salgono le scale per andare nelle classi, un mondo nuovo anche quello  Hanno modo di notare che le classi sono diverse dalle sezioni, sia per l'arredo che per la disposizione dei banchi. Nelle classi non ci sono giocattoli ma libri, i bambini stanno seduti ad ascoltare la maestra, a scrivere, a leggere e sono più grandi!...come saranno loro quando usciranno dalla scuola dell'infanzia. Tornati in sezione, i bambini mangiano i dolcetti ricevuti e poi ballano....Festa riuscitissima....divertimento assicurato!

 

 

 

Ancora una bella attività per festeggiare Halloween

 

             
             
             
       
             
       

Halloween 2010

 

     
             
             
             
             
             
             
             
             
             
             
       
             
     

 

Halloween 2011