home

 

Parliamo di...

 

   

 

 
 

Il cammello e il dromedario, grandi animali che si incontrano spesso nel deserto, sono erbivori. Essi sono ancora usati per trasportare bagagli e altre masserizie riposandosi solamente quando trovano un'oasi.

Il dromedario ha il piede a pianta larga per camminare nella sabbia senza affondare. Gli occhi sono protetti da lunghe ciglia e le narici del naso si possono chiudere durante la bufera di sabbia. Mentre il cammello ha una sola gobba, il dromedario ne ha due, quindi può accumulare più grasso e più acqua. Quando il dromedario ha sete può bere, in pochissimi minuti, più di cento litri di acqua.

A prima vista, il deserto sembra quasi senza esseri viventi, in realtà è molto popolato. I piccoli animali che lo abitano: antilopi, volpi, roditori, molti uccelli e insetti, possono vivere anche diversi giorni senza acqua ricavandola dal cibo che mangiano. Durante il giorno, quando la calura è al massimo, si nascondono in luoghi più freschi ma al tramontare del sole i topi vanno in cerca di semi e le lucertole di insetti. I serpenti, invece, escono dalla loro tana per cacciare i topi e le lucertole. La rana del deserto, invece, dopo una pioggia cade in letargo nel suo nascondiglio ed esce non appena arriva un'altra pioggia.

Curiosità

Le due gobbe del cammello sono piene di grassi e di liquidi che gli permettono di vivere per una settimana senza mangiare e senza bere.