Come cambia il bosco in autunno

 

home

 

Progetto

 

Il bosco in autunno è bellissimo. Ci sono foglie di tutti i colori sugli alberi e sul terreno. Se si cammina sul sentiero, fanno una musica strana: cri, cri, cri. Sotto questo bel tappeto di foglie, nascono i funghetti. Sono piccoli con un cappellone in testa e sono molto profumati. Specialmente sotto i grossi tronchi di castagni, ne nascono molti e sono così vicini che sembra quasi una famiglia che si tiene stretta stretta gli uni agli altri. Attenzione però, non tutti i funghi sono commestibili, ce ne sono alcuni velenosissimi. Le marmotte, i ricci, le lucertole, i pipistrelli, le chiocciole e le rane di uno stagno vicino, si preparano per andare in letargo. Noi, in sezione, imitiamo le loro andature. Sotto il grande albero di castagno, molti ricci spinosi non ancora del tutto aperti. Dentro, lucide castagne sono pronte per essere raccolte. Dentro il cestino della mamma i frutti dell'autunno: uva, mele, pere. E dove sono gli uccellini? Le rondini dove sono? Ai primi freddi, ognuno ha cercato di trovarsi un riparo per l'inverno. Le rondini si raccolgono a stormi nei campi per migrare verso paesi caldi.

I bambini tornano a scuola e già preparano una festa per i nonni.

Le giornate diventano più corte e più fresche. In cielo si vedono spesso nuvoloni che minacciano pioggia torrenziale. La mamma, dall'armadio, tira fuori qualche golfino e le scarpette chiuse.

Il bosco, in questo periodo, ci racconta favole e storie. Nei negozi i costumi per la festa di Halloween.

             
             
             
     
             
             
     
             
             
 
             
             
 
             
L'autunno e la logico-matematica: la scala dei numeri
             
 
             
             
Come cambia il bosco in inverno