home

 

Parliamo di...

 

In autunno, quando inizia la stagione delle piogge e le foglie formano un bellissimo e soffice tappeto ai piedi degli alberi, un esercito di animaletti si prepara per il lungo letargo invernale.

Marmotte, scoiattoli, ghiri, ricci, lucertole, chiocciole, rane, rospi, tartarughe, pipistrelli, orsi, serpenti, vanno a dormire nella loro tana, preparata con cura, da ognuno di loro, durante la stagione estiva.

Il letargo durerà tre o quattro mesi, tutti si sveglieranno ai primi tepori della primavera.

La talpa, il riccio e la lucertola, molto spesso vengono soppressi dall'uomo. La loro opera, invece, è molto preziosa perchè mangiano gli insetti dannosi all'agricoltura. Il riccio, per esempio, è un gran divoratore di vipere. Il suo corpo è ricoperto di lunghi aghi detti aculei che usa per divendersi. Quando si sente in pericolo, infatti, si arrotola come una palla spinosa. Quando nascono, i piccoli hanno già gli aculei ma sono nascosti sotto la pelle per non pungere la mamma.

Curiosità

In inverno il corpo del serpente diventa così freddo e rigido  che non può più muoversi. Prima di poter strisciare di nuovo, deve aspettare che la stagione diventi abbastanza calda. Questo perchè il serpente è un animale a sangue freddo. La stessa cosa vale anche per lucertole, rane e rospi. Il battito del loro cuore si ferma ed anche la respirazione è quasi completamente bloccata.